Utopia

Buonasera a Tutti.

Stasera sono davvero incazzato, il motivo? La Cafonaggine.

Ero nel mio Paradiso personale, il luogo che frequento di solito quando voglio staccare dal Mondo, stare per i fatti miei e meditare, passeggiare e rilassarmi. Mi accorgo di una discreta montagna di monnezza con televisori vecchi, pneumatici, mele annurche andate a male e cenere. Se avessi soldi con la pala, comprerei un luogo sperduto e vi ergerei una cittadella per Sole Persone educate e lineari, rispettose di ciò che la Natura ci ha donato ma soprattutto rispettose.

Il suono dell’acqua che cade, l’unione di due fiumi, il sole ed il cielo finalmente pulito (gli aerei Chimici non hanno spruzzato), la solitudine, un libro e un pò di musica dalla mia macchina prima, poi la passeggiata e la meditazione, per le 2 ore che mi hanno permesso di staccare da questo cazzo di Mondo assurdo. Ma Ragazzi, finiamola di lasciare monnezza dappertutto, ricordiamo che questo è il Mondo che abbiamo e dobbiamo mantenere pulito per i Nostri figli e per i nostri nipoti.

Mi chiedo solamente se nella fottuta routine di tutti i giorni, ci sia ancora del tempo libero da dedicare a meditare, a stare costruttivamente con se stessi, riflettere sui miglioramenti che si potrebbero apportare e sulle debolezze che potremmo potenziare: Utopia, visto che il Sistema ci ha tolto tutto il tempo libero, sotto forma di tv, vita sociale, stili di vita da raggiungere sacrificandosi soprattutto quando si è arrivati, pezzi di carta con valore, status quo e chi più ne ha più ne metta.

Non vedo spiragli di miglioramento, sono Realista, ma voglio credere che una Società più Cosciente possa iniziare ad evolversi, con Persone che vogliano davvero risollevare le proprie sorti.

Buona Fortuna!

Consumismo Natalizio

Buongiorno a tutti.

Manca meno di un mese ad una delle orge consumistiche più acclarate al Mondo: Natale.

Molti di voi già hanno storto il naso, ma è così. Quando ero bambino, credevo che nascesse qualcuno, un pò più grande, ero impaziente per stare con i miei parenti a mò di festa e far finta di essere più felici. In realtà, si fa finta che tutto vada bene, i soliti motti incessanti dei centri commerciali e dei grandi marchi che ci invitano a spendere a suon di slogan e di immagini studiate a tavolino, rendendoci così, meno ricchi di quanto la Tv ed i mass media ci fanno credere. Immagino le fila di famiglie in crisi economica con il sorriso falso stampato sulle facce sempre meno genuine, che tentano di essere meno tristi comprando regali che butteranno dopo qualche mese, quando si giungerà alle orge consumistiche pasquali. E vedo bambini sempre più viziati che chiedono regali impossibili attraverso la “letterina di Babbo Natale” e genitori in preda a rimorsi e sensi di colpa per trattare i figli come pacchi postali, che alla fine si indebitano ancor di più per render loro meno tristi. Che tristezza, abbiamo lasciato che il consumismo travolgesse tutto. Lo abbiamo talmente fatto nostro, che anche le emozioni e le cose più belle siano a consumo, una sorta di prostituzione delle proprie esperienze, un tot alla volta che costa tot.

Mi raccomando, se dovete spendere, non lo fate in quei grossi ammassi di cemento chiamati Centri commerciali, dove a suon di musica, testi ed immagini si compra con la bava al cervello da buone pecore schiavizzate ed immobilizzate, anzi, ci sono tanti piccoli artigiani e tantissimi piccoli commercianti, che producono ancora oggettistica genuina e di qualità, e mi raccomando, meno consumismo e più senso della famiglia.

Non lasciate che la Vostra Vita sia governata dai Marchi.

Rain, rain, rain…

La Pioggia. La pioggia mi rende così, tra l’incazzato, l’energico, il pensieroso, il sognatore, lo scrutatore, l’introspettivo (questo lo sono sempre), con un pizzico di felicità. Quando piove, è tutto diverso, scende la pioggia e scendono i pensieri, non sono tutti negativi, sia chiaro, ma ad ogni goccia che cade, corrisponde un pensiero o uno stato d’animo. Nella normalità, verrebbe voglia di prendere la chitarra, strimpellare qualcosa davanti alla stufa, con un cicchetto di rhum che riscalda e rende più sciolta questa esperienza musicale; oppure nel letto, a contemplare lo spettacolo della pioggia e lasciarsi andare ai pensieri ed ai ragionamenti con il proprio Ego, che alla fine, si traducono in monologhi interiori assurdamente magnifici. C’è chi durante la pioggia ascolta musica, chi ripassa per gli esami, chi lavora, chi scrive, chi esce con un amico, chi magari ha le sue attività ed hobbies, chi invece prende la macchina e vaga senza meta, chi si accende una sigaretta come compagnia, chi con il/la proprio/a partner si scalda sotto le coperte, chi pensa al suo grande amore in lacrime, chi invece legge un libro con una tazza di thè caldo, chi si concede un bagno o una doccia calda, chi è disperato e pensa ad un futuro migliore. Oggi pomeriggio, ho studiato Diritto Privato, poi ho staccato e sono uscito senza meta, mi sono fermato a prendere uno yogurt (“Yogurtology” – Telese Terme, ne fa di magnifici) e tornato a casa. E, come colonna sonora, un brano dei Noctiflora dal titolo “Notti” e tratto dal loro album del 2004 “Notte fiorire”, un brano che mi tiene in fissa in questi giorni.

E con un infinità di stati d’animo che vi posto questo stupendo Brano e vi lascio con questo aforisma:

“La pioggia cadeva nello stesso modo sul giusto e sul malvagio; e per nessuno non esisteva un perché.” (William Somerset Maugham)

13 Novembre 2011 – Mi presento

Da tempo, avevo intenzione di aprire un blog tutto mio, dove condividere i miei punti di vista. I temi che verranno trattati? Un po’ di tutto, dalla Politica alla Psicologia, dalla Poesia alla Tecnologia, dal Sociale alle tematiche aziendali.

Mi presento, mi chiamo Antonio, ho 26 anni e vivo a Telese Terme, una cittadina di circa 7000 abitanti in provincia di Benevento, tra gli ultimi comuni di confine con la provincia di Caserta. Frequento il 1° anno della Facoltà di “Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione” presso la “Federico II” di Napoli“. Il mio sogno nel cassetto, è di diventare in futuro HR Manager in Audi, visto che è un marchio che unisce qualità ed eleganza, ma, al contempo, non sono uno con la puzza sotto il naso, anzi, penso che la Follia sia la dote principale di cui una Persona abbia bisogno. Le mie Passioni? Troppe, e chi mi seguirà, capirà.

Ciao a Tutti e Buon Pranzo e Buona Domenica.